Résultat de recherche d'images pour "regione veneto logo"                       Osservatorio Aiuti di Stato 

Coronavirus - Trasporti (Olanda)

Aiuti di Stato: La Commissione approva un programma olandese di 1,5 miliardi di euro per risarcire le aziende di trasporto pubblico dei danni subiti a causa dell'epidemia di coronavirus

La Commissione europea ha approvato, in base alle norme UE sugli aiuti di Stato, un programma olandese di circa 1,5 miliardi di euro destinato alle aziende che forniscono servizi di trasporto pubblico regionale e a lunga distanza nei Paesi Bassi per i danni subiti a causa dell'epidemia di coronavirus e a causa delle misure introdotte nei Paesi Bassi per limitare la diffusione del virus stesso.

La situazione dei trasporti pubblici olandesi e il regime adottato

 Tali misure hanno avuto gravi ripercussioni sul numero di passeggeri del trasporto pubblico locale (calato del 90% rispetto al 2019), determinando un conseguente significativo calo delle entrate. Allo stesso tempo, gli operatori dei trasporti hanno dovuto sostenere diversi costi, dovuti al fatto che, durante la pandemia, i servizi di trasporto passeggeri sono stati comunque forniti con frequenza sufficiente a garantire almeno la mobilità delle persone prive di accesso a mezzi di trasporto alternativi. Le misure necessarie a contenere la diffusione del contagio attuate sui mezzi pubblici hanno, infine, determinato ulteriori costi. Tutto ciò ha portato a gravi problemi i liquidità, con il rischio di costringere molti operatori ad uscire dal mercato.

Il regime olandese è stato concepito per compensare ogni operatore che fornisce servizi di trasporto pubblico sulla base di un contratto con le autorità regionali o nazionali per i danni subiti durante l'adempimento degli obblighi contrattuali nelle circostanze determinate dall'epidemia di coronavirus e dalle conseguenti misure di contenimento. In base al regime, le imprese di trasporto avranno diritto a un risarcimento sotto forma di sovvenzioni dirette per i danni subiti tra il 15 marzo e il 31 agosto 2020. I Paesi Bassi garantiranno che nessun singolo operatore di trasporto riceva un risarcimento superiore ai danni subiti e che qualsiasi pagamento in eccesso rispetto al danno effettivo venga recuperato.

4 novembre 2020 https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/en/ip_20_2026

(Paola Dolfato) 

La valutazione della Commissione

 

La Commissione ha valutato la misura alla luce dell'articolo 107, paragrafo 2, lettera b), del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE), che, in deroga al par. 1, consente gli aiuti destinati a imprese o settori specifici per ovviare ai danni direttamente causati da eventi eccezionali.

 

La Commissione ritiene che l'epidemia di coronavirus sia qualificabile come evento eccezionale, trattandosi di un evento straordinario, imprevedibile e di significativo impatto economico. Sono, di conseguenza, giustificati gli interventi eccezionali degli Stati membri finalizzati alla compensazione dei danni legati all'epidemia.

 

La Commissione ha constatato la diretta causalità tra i danni compensati dal regime di aiuti e l’epidemia di coronavirus; ha inoltre constatato la proporzionalità della misura, poiché il risarcimento previsto non supera quanto necessario per ovviare ai danni suddetti.

 

La Commissione ha pertanto concluso che il regime olandese è conforme alle norme UE in materia di aiuti di Stato.

La Commissione Europea apre un'indagine approfondita relativa al prestito dello Stato italiano ad Alitalia

La Commissione Europea ha aperto un'indagine approfondita per valutare se il prestito ponte di 900 milioni di euro che l'Italia ha concesso ad Alitalia costituisce un aiuto di Stato e se è conforme alle norme dell'UE in materia di aiuti alle imprese in difficoltà, così come definite negli Orientamenti sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese non finanziarie in difficoltà.

Per maggiori informazioni, si rinvia al comunicato stampa della Commissione Europea, disponibile al seguente link

La Commissione europea ha escluso la qualificazione in termini di aiuti di Stato di 14 contratti conclusi dalla Grecia che concedono la gestione di aeroporti regionali.

Le concessioni hanno ad oggetto lo sviluppo, la manutenzione, la gestione e il funzionamento di un totale quattordici aeroporti regionali greci. La Commissione europea ha concluso che le concessioni sono state assegnate a condizioni di mercato, dal momento che l'assegnazione è avvenuta a seguito di un procedimento di gara trasparente e non discriminatorio, e pertanto non comportano la concessione di alcun aiuto di Stato ai sensi dell'art. 107 TFUE.

Per il testo del comunicato stampa si veda il seguente link.

Ferrobonus - aiuti al trasporto ferroviario

Lo schema di aiuti "Ferrobonus" è stato dichiarato conforme alle regole sugli aiuti di Stato. La misura, secondo la Commissione "ha lo scopo di rafforzare il passaggio del traffico merci dalla strada alla ferrovia, senza distorcere la concorrenza nel mercato unico. Avrà un impatto positivo sull'ambiente, sostenendo una modalità di trasporto meno inquinante della strada. Inoltre, riducendo la congestione, andrà anche a beneficio della mobilità". Per queste ragioni, "le regole per gli aiuti di stato, e in particolare le linee guida del 2008 sulle ferrovie, consentono il sostegno pubblico al trasporto ferroviario a certe condizioni" che per la Commissione sono rispettate.

Vedasi articolo http://ec.europa.eu/italy/news/20161124_finanziamento_italia_trasporto_it.

Aperta consultazione sugli aiuti in esenzione a porti e aeroporti

La Commissione europea ha aperto una consultazione su possibili modifiche al Regolamento generale di esenzione di categoria, con specifico riferimento agli aiuti a porti e aeroporti.

La consultazione si chiude l'8 dicembre 2016.

Vedi partecipare alla consultazione cliccare qui.